mercoledì 4 dicembre 2013

Trucco e parrucco

Ciao ragazze!
Come accennato nell'ultimo post eccomi qui con qualche scatto che racconta del mio trucco e parrucco giornaliero. 
Non si tratta di nulla di eccezionale, punto sempre sulla semplicità.



TRUCCO

STEP 1
Dopo aver accuratamente deterso il viso, applico la crema.
Molte di voi spesso mi han chiesto se potevo consigliare una crema adatta al vostro tipo di pelle ma purtroppo ci tengo a ribadire che una crema può essere consigliata solo dopo aver deterso la pelle con un'analisi più accurata, quindi vi consiglio di affidarvi ad una brava estetista della vostra zona che possa trovare per voi ciò che è più adatto (ricordate che creme miracolose per i brufoli non esistono, molte volte il problema è di origine ormonale, quindi più che da un'estetista o da un dermatologo, conviene recarsi da un endocrinologo e solo dopo aver trovato la cura ormonale adatta si può abbinare anche una serie di pulizie viso e di creme che aiutano ad asciugare la pelle, come le dermopurificanti)



STEP 2
Dopo aver fatto assorbire la crema con un breve massaggio passo all'applicazione del fondotinta. Io mi trovo benissimo con il Dermablend della Vichy. Come mai? Ahimè non ho la pelle perfetta e quando vi rispondo che non è come sembra non mento. Aldilà di qualche brufoletto che ogni tanto può uscire, ho una pelle molto sensibile, quindi ho spesso capillari rotti visibili nella zona oculare e teleangectasie sparse per il viso, ed il fondotinta in questione è molto valido per i seguenti motivi:
1) Serve pochissimo prodotto 
2) Copre quasi tutte le zone incriminate (come un correttore)
3) Non lascia la pelle unta
4) Dura nella giornata
Per quanto riguarda la stesura, sono solita applicare il fondotinta prima nella zona oculare, palbebra ed eventuali borse sotto gli occhi, successivamente su guance e zona labiale. Lo stendo con il dito medio, picchiettandolo fino ad assorbimento. 


A sx vedete la zona con il fondotinta e a dx senza.
PS: Ho utilizzato Photoshop per mettere la linea centrale ma non capisco come mai mi faccia gli occhi grigi, vabeh.


STEP 3
Veniamo agli occhi. 
Io funziono al contrario ovvero prima metto il mascara e dopo la matita.
Come mai?
Non lo so.
Comodità, forse, e poi non sempre metto la matita.
Il mascara che utilizzo è della Kiko
So che ci sono mille marche migliori di questa ma io mi trovo semplicemente benissimo per il fatto che mi dura a lungo e ha il pennellino che mi è molto molto comodo.
Lo metto sia sopra, sia leggermente sotto.


Nelle giornate dove la voglia di vivere è pari allo 0% il trucco finisce qui.
So che magari alcune di voi si stanno domandando:
"Ma come? Indossi già la matita!"
In realtà no. 
Quest'anno intorno a marzo ho fatto il trucco semipermanente.
Ho deciso di fare la parte superiore con l'infra-cigliare e una righina di eyeliner in modo che mi allargasse lo sguardo, avendo gli occhi piccoli e vicini.
Devo dire che non me ne pento: è comodissima sotto molti aspetti. Fra questi il fatto di mettersi il mascara al volo ed essere pronta o essere al mare e non doversi sentire a disagio senza trucco.
Quindi se potete, vi consiglio di farlo, il dolore è sopportabilissimo!


STEP 4
Veniamo finalmente alla parte più richiesta: la matita occhi!
"Come la stendi?"
"Che matita usi?"
Utilizzo la matita di Dior nera waterproof ormai da anni!
Non sbava.
Si sfuma facilmente.
Rapporto qualità-prezzo ragionevole.
Sopra, avendo già la linea guida del tatuaggio, stenderla mi è ancora più facile.
Sempre per il discorso che ho gli occhi piccoli e vicini, non la stendo su tutto l'occhio ma mi fermo a metà. Utilizzo sempre pochissimo prodotto per volta con una mano leggera e lo applico dall'interno all'esterno e piano piano lo sfumo, in quanto su di me il segno netto non mi piace. Dopo averlo steso e sfumato due volte, fra le ciglia ricalco la righina del tatuaggio in modo da avere una sorta di ombreggiatura che va a scurirsi in basso e a dissolversi in alto.
Per quanto riguarda invece la rima inferiore, stendo la matita dall'esterno all'interno e sempre con il dito medio, sfumo. 
Et voilà.



STEP 5
Il fard, utilizzato solo ed esclusivamente per creare l'ombreggiatura.
Poco prodotto steso dallo zigomo verso il cuoio capelluto con un pennello grosso o piatto.
Confermo che con quello di Chanel, di cui vi ho parlato nell'ultimo post, mi trovo benissimo!


Se vi state chiedendo come mai manca lo step numero sei con le labbra, in realtà il 99% delle volte indosso solo ed esclusivamente il burrocacao Labello classico senza il quale non posso vivere.


Per la serie #whatsinmymakeupbag ecco la foto!





PARRUCCO

STEP 1
Lavaggio dei capelli con shampoo e balsamo e, una volta a settimana, utilizzo una maschera ai semi di lino lasciata in posa per 20 minuti sotto la pellicola e successivamente massaggiata e risciacquata.
Non utilizzo prodotti di elevata qualità:
shampoo e balsamo Elvive color-drive per capelli colorati e maschera Parisienne 

STEP 2
Tolto con il phon l'eccesso di acqua dai capelli, applico un prodotto sulle punte sempre ai semi di lino che aiuta a proteggerle e nutrirle dal calore, visto che sono le prime che si rovivano.
Il prodotto è sempre Parisienne.

STEP 3 
Lisci
Quando voglio lasciare la piega liscia naturale, mentre li phono, utilizzo una spazzola tonda grossa ed eventualmente una passata veloce con la piastra sulle punte.

Mossi
Quando li faccio mossi, accendo la piastra a 180/200 gradi e attendo che si riscaldi.
Una volta pronta divido i capelli in due metà che corrispondono a dove porto la riga io, ovvero a destra.
Mi occupo prima di una metà e poi dell'altra.
Parto sempre dalla parte destra e prendo ad una ad una le ciocche dal dietro verso il davanti. 
Le ciocche sono sempre abbastanza grosse, appunto perchè voglio l'effetto naturale.
Afferrata la ciocca la arrotolo intorno alla piastra partendo prima da metà, lasciandola in posa qualche secondo e spostandomi poi piano piano sulle punte lasciandola meno rispetto al centro, se no verrebbe un boccolo alla Luigi XIV. 
Faccio lo stesso nella parte sinistra. 
Successivamente rifaccio qualche boccolo prendendo ciocche più piccole nella parte superiore in modo da dare più volume ai capelli. Ahimè essendo liscia di natura la piega mossa mi dura poco, nonostante lacca o non lacca, ma comunque anche l'effetto ammorbidito non mi dispiace!

In entrambi i casi, finita la piega, li agito ed applico sulle punte un prodotto che acquisto sempre da Jean Louis David ovvero il Nutri Sérum che a volte applico anche la sera prima di andare a dormire in modo che agisca tutta la notte con i suoi principi nutritivi.



Il ferro utilizzato per la piega mossa è della Imetec, Bellissima, di un diametro di 25mm.


Spero con tutto il cuore che il post sia stato un pochino utile e di vostro gradimento.
Vi lascio con tre fotine del risultato finale.
PS: Non paragonatele con le prime. . . cosa non fa il trucco èh?




A presto,
R.


All rights reserved, don't use my pictures without permission ©


9 commenti:

  1. Bella, you look very pretty! ♥
    xx

    RispondiElimina
  2. Sei bellissima con e senza trucco, davvero! L'idea del tatuaggio mi spaventa, sono una fifona! :) sarà per il mio amore per il makeup, ma questo per me è stato il tuo più bel post! Forse perché era un po' più lungo del solito e mi fa sempre tanto piacere leggere il tuo blog. Un bacio, Sara

    RispondiElimina
  3. Riscrivo la risposta che non me l'ha mandata.
    Dicevo:
    Grazie di cuore sei gentilissima.
    Comunque credimi è più l'idea dell'ago vicino all'occhio a far senso che il dolore in se :)

    Bacini!

    RispondiElimina
  4. bellissimo post complimenti! e bellissima tu!

    RispondiElimina
  5. Ma nelle foto sembra che hai pelle liscissima.. sono modificate? Sembra lo siano. Se non lo sono, complimenti, perché allora hai davvero una bella pelle

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, modificate non lo sono, ma non so come mai quando le passo da pc a blog sfoca la pelle in tutti i post che faccio. Si vede che si riducono di qualità non so :-)

      Elimina